SUSHI TAO 

Cagliri (CA) - 2017

Progettare il restyling di un locale è sempre un processo complesso: da una parte c’è un consumatore sempre più esigente ed attento nel valutare ciò che gli si propone, dall’altra un locale avviato con una sua brand identity , che ha però la necessità di consolidarla e svilupparla.

 

Quindi l’approccio al progetto non è stato solo studiare il layout del locale e degli elementi che lo compongono, come ad esempio i materiali, gli arredi, le finiture ecc, ma si è trattato di un vero e proprio sviluppo a più livelli del concept, un insieme di attività atte a comunicare un messaggio chiaro al consumatore: il valore del brand.

 

Oggi infatti i ristoranti non sono soltanto luoghi deputati al consumo del cibo, a prescindere dalla loro qualità; ciò che è importante e che completa l’esperienza è la sensazione di far parte di un evento collettivo, di un rituale dove la componente teatrale, data dalla sala del ristorante, costituisce una forma di integrazione, dove il cliente è al tempo stesso attore e spettatore.

 

Tutto ciò ha fatto si che realizzassimo un percorso fatto di differenti scenografie e sedute: dal classico tatami ai tavoli all’interno legni intrecciati, come se si venisse proiettati all’interno di un nido, simbolo di intimità e di protezione, per arrivare ad ambientazioni oasi-foresta, scenario ideale per un’esperienza che raccoglie tutti i sensi.

 

Un design che strizza l’occhio ironicamente all’idea di giungla metropolitana, con l’uso di listelli in rovere naturale a soffitto che diventano lampade, mentre le pareti sono state rivestite con carta da parati effetto giungla.

 

I toni caldi di tutti i materiali che sono stati utilizzati, unitamente alle luci sapientemente dosate a seconda dei vari scenari, rendono il locale accogliente e confortevole, in modo da avvolgere il cliente all’interno del suo mondo.